Scateniamo i diritti


logo-scateniamo-i-dirittiNel carcere di Garoua e Tcholliré-2 sono detenute circa 2.000 persone sottoposte a violenze e soprusi di ogni genere.

Sono vite "INCATENATE", prive di ogni DIRITTO, schiave di un sistema corrotto dove il caos, anche organizzativo, rende impossibile un giusto processo per ognuno.

Associazione Christian Onlus, in collaborazione con Cam To Me Onlus, vuole ascoltare il grido di aiuto di questi uomini, donne e bambini.

Da un'intuizione di David Bayang (Coordinatore del settore Giustizia e Pace della Conferenza Episcopale Camerunese) nasce il progetto: SCATENIAMO I DIRITTI

- ad essere uomini, donne e bambini

- ad avere processi giusti, senza errori, mancanze o corruzione

- ad avere condizioni di vita dignitose, istruzione, cibo e igiene

OBIETTIVI

- educare i prigionieri del carcere: leggere, scrivere, conoscere i propri diritti fondamentali;

- rendere la prigionia meno disumana, lavorando sia sull'ambiente fisico (cercando soluzioni dignitose che rispettino le diverse necessità e i diritti di uomini donne e bambini) sia sul contesto sociale (cercando di avviare percorsi di educazione tramite piccole attività manuali);

- ridurre la corruzione e le ingiustizie causate dalla mancanza di cura dei dossier giudiziali (errori, ritardi, smarrimenti, ecc.).

BENEFICIARI

745 prigionieri (650 nel carcere di Garoua e 95 nel carcere di Tcholliré-2)

- 90 minori

- 13 donne

- 642 uomini

inoltre, anche giudici, cancellieri e funzionari e guardie carcerarie vedranno migliorare le loro condizioni lavorative.

BUDGET

9.200 Euro interamente finanziato da Associazione Christian Onlus