Bilancio Sociale


Per Associazione Christian la stesura del bilancio sociale è un appuntamento molto importante per raccontare e restituire al territorio e agli stakeholder quanto viene fatto non solo in termini economici ma anche di scambi relazionali. Crediamo fortemente che sia uno strumento essenziale per comunicare con trasparenza, responsabilità e coerenza ciò che l’Associazione ha fatto nel corso di un anno solare. Per noi non è obbligo legale ma dovere morale dal momento che operiamo con risorse di altre persone che ripongono la loro fiducia nei nostri valori e nelle nostre azioni.
Il bilancio sociale ci permette di condividere la consapevolezza dell’azione dell’Associazione, di valutarne la dinamicità e la vitalità e di ritornare a discutere e ridefinire la sua identità profonda.
Con tale strumento possiamo rendere conto con efficacia delle scelte fatte, delle attività realizzate, dei risultati ottenuti e delle risorse impiegate in modo tale da consentire ai diversi interlocutori o portatori di interessi di verificare e formulare un proprio giudizio su come l’Associazione interpreta e realizza la propria mission.
Il bilancio sociale diventa perciò la base da cui partire per riflettere su ciò che è stato fatto e per rilanciare il lavoro futuro, affrontando con onestà e trasparenza le criticità e le debolezze ma anche sottolineando le potenzialità e i punti di forza.
Il 2016 è stato un anno di grandi successi per i nostri progetti. A giugno ci sono pervenute le prime foto del macchinario per radiografie acquistato per il dispensario di Kariobangi grazie ai fondi raccolti attraverso il progetto “Raggi x la vita”. La macchina è stata installata, il personale medico è stato formato ed è pronta a ricevere i primi pazienti che potranno godere del beneficio che questa apparecchiatura porterà nelle vite della popolazione della periferia di Nairobi. Con le attività dell’ottobre missionario e della tradizionale vendita natalizia inoltre siamo riusciti a finanziare completamente il progetto “Scateniamo i diritti” per garantire ai prigionieri del carcere di Garouà, nel nord del Camerun, istruzione, educazione e giustizia. Questo progetto è stato pensato insieme a Cam To Me Onlus, così da rinsaldare la durevole amicizia intercorsa e sottolineare che uniti e insieme si possono aiutare un mondo di persone.
Nel 2016 si è anche messo a punto un nuovo strumento di comunicazione ed informazione, “A Colori”, un periodico a 6 facciate che permette di mantenere un contatto regolare con soci e sostenitori e che aiuta nella divulgazione delle attività dell’Associazione in modo più puntuale e costante.
Ci siamo ancora una volta resi conto che la costruzione di una rete di associazioni e di agenzie educative con simili obiettivi e medesimi valori fosse il modo migliore per trasmettere il nostro messaggio di accoglienza, pace, solidarietà, volontariato e missione. Nel 2016 il sostegno e la collaborazione con l’Oratorio San Luigi, con altri oratori cittadini, in particolar modo con quello di San Filippo, con la comunità delle Missionarie Laiche del Pime, con Stoà, con i gruppi missionari parrocchiali, è stata essenziale per permettere all’Associazione di essere viva e continuare a operare.

Bilancio Sociale 2016